stemma ducale degli Sforza Cesarini (grigio)

stemma dei duchi Sforza Cesarini

Con la morte del duca Giuliano III senza eredi maschi ed il matrimonio della figlia Livia, il casato ducale dei Cesarini si estinse in quello degli Sforza di Santa Fiora. Lo stemma degli Sforza Cesarini inquarta quelli delle due casate di provenienza e quelli di altre casate da cui essi ereditano: Peretti-Savelli, Cabrera y Bobadilla, Conti. I primogeniti Sforza Cesarini continuano, per obbligo testamentario, il titolo di “duca Cesarini”.

Nei pendagli dello stemma a fianco, oltre all’insegna del Gonfalonierato del Popolo Romano, anche le chiavi del Maresciallato del Conclave, ereditato dai Savelli.

stemma ducale dei Cesarini

stemma_ducale_montecosaro

Versione usuale dello stemma Cesarini con corona ducale e con, a destra e sinistra, l’insegna del Gonfalonierato del Popolo Romano, carica, questa, dai papi concessa al casato sin dalla fine del Sec. XV.

L’immagine a fianco risale agli anni di Giuliano II Cesarini, duca di Civitanova dal 1585 al 1613.

stemma comitale degli Sforza di Santa Fiora

stemma Sforza di Santa Fiora

Versione in legno dorato dello stemma degli Sforza di Cotignola qui sormontato da corona comitale.
Con il matrimonio di Livia Cesarini e Federico Sforza di Santa Fiora del 1673, si estingue la linea maschile dei duchi Cesarini ed ha inizio la dinastia dei duchi Sforza Cesarini. Da quel momento, lo stemma degli Sforza si affianca a quello dei Cesarini e di altre casate da cui gli Sforza Cesarini ereditano o acquistano titoli e feudi (Della Somaglia, Cabrera y Bobadilla, Peretti, Savelli, Conti).

stemma comitale dei Cesarini

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Disegno in A. Ceccarelli, Historia di casa Cesarini, ms. in Archivio di Stato di Roma, Fondo Sforza Cesarini, AA62,12).
Il manoscritto ed il disegno risalgono al tempo di Giovangiorgio I Cesarini, marchese di Civitanova dal 1566 al 1585.

stemma degli Attendoli Sforza

stemma_sforza

Leone d’oro rampante che regge un ramo di cotogno verde in campo azzurro. Il tutto sormontato da un elmo con cimiero a forma di drago crestato con testa umana.

Arme del comune di Cotignola adottata dal capostipite Muzio Attendolo Sforza all’inizio del Sec.XV. Venne ripreso dai vari rami degli Sforza, fatta eccezione per i duchi di Milano, che adottarono quello dei Visconti.

Sullo stemma attuale del comune di Cotignola (RA) v. dettagli in: http://www.araldicacivica.it/).

stemma dei Cesarini

stemma_cesarini

Orso legato ad una colonna sovrastata da un’aquila in campo d’oro.

Presumibilmente del Sec. XV, lo stemma ha origini non documentate. L’ipotesi più frequente è che la sua iconografia abbia spiegazione nell’omaggio e nel gregarismo dei Cesarini dei Sec. XV e XVI verso la più potente famiglia dei Colonna. L’aquila parla del favore ottenuto dagli Asburgo e del legame politico-militare del casato con l’imperatore.